Il metodo So.Víte: una prova scientifica

 

La Cottura Sottovuoto a Bassa Temperatura è riconosciuta a livello internazionale come uno dei più innovativi metodi di cottura, tanto che numerosi quotidiani e settimanali ne hanno citato le potenzialità e i benefici. Il “Metodo So.Víte”, applicato per la gestione della ristorazione collettiva garantisce una costanza nella qualità dei piatti, una corretta pianificazione degli apporti nutrizionali, una drastica riduzione dell’usura e dell’utilizzo delle attrezzature, una ottimizzazione dei costi, una migliore organizzazione del servizio e una ristorazione sostenibile.

In generale quindi, l’utilizzo dei prodotti cotti sottovuoto integrato nel “Metodo So.Víte” permette ai nostri Clienti di snellire e ottimizzare tutti i processi, realizzando concreti benefici economici, gestionali e imprenditoriali.

L’utilizzo di prodotti cotti sottovuoto a bassa temperatura non comporta unicamente benefici dal punto di vista organizzativo e di gestione del punto di ristorazione, ma anche benefici dal punto di vista nutrizionale, come dimostrano i seguenti studi dell’Università degli Studi di Pavia in collaborazione con So.Vite.

La tecnica della cottura sottovuoto, perno del Metodo So.Vite,  offre la possibilità di cuocere un alimento a basse temperature, che non degradano i componenti termolabili degli alimenti e mantengono gradevoli sapori e profumi, e in più preserva la delicatezza dei prodotti. L’assenza di aria e di liquidi non solo fa sì che il sottovuoto agisca come isolante determinando una minore dispersione di vitamine e di sali minerali, fondamentali per l’organismo umano e abbondantemente contenuti sia nei legumi sia nei cereali, ma ne migliora in modo considerevole la sicurezza alimentare.


Noi di So.Víte S.p.A. ® , in partnership con il Dipartimento di Scienze del Farmaco sezione di Nutraceutica dell’Università degli Studi di Pavia, abbiamo sviluppato un’interessante progetto il cui  obiettivo è quello di verificare i sostanziali benefici della cottura sottovuoto in correlazione con la cottura tradizionale. Si cercheranno, con attente analisi chimiche, i residui vitaminici e minerali delle due diverse cotture.
Inoltre, in partnership con il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie Sezione di Fisiologia Generale dell’Università degli Studi di Pavia, abbiamo sviluppato un ulteriore progetto il cui obiettivo è quello di verificare i benefici fisiologici della cottura sottovuoto con riferimento all’indice glicemico e agli antiossidanti. Mediante il prelievo di sangue capillare su soggetti volontari si capiranno le differenze fisiologiche tra una alimentazione tradizionale ed una sottovuoto.

 

La ricerca è stata condotta su 3 tipi di prodotto: Legumi e cereali, ortaggi e verdure, carne.
Di seguito riportiamo una sintesi, attraverso tabelle, dei risultati della ricerca.

Se vuoi leggere l’esito completo della ricerca, clicca qui —> Ricerca Università di Pavia

 

Vieni a scoprire il nostro servizio di ristorazione collettiva!
www.soviteservice.it 

E ricordati di seguirci su Linkedin!
https://www.linkedin.com/company/7930658/